Daily Archives: febbraio 15, 2017

Sale le politiche di riduzione del costo-efficace anche senza risparmi di assistenza sanitaria

Le politiche del governo progettato per ridurre la quantità di sale che la gente mangia può essere costo-efficace anche senza prendere in considerazione il potenziale di assistenza sanitaria risparmio, un recente studio suggerisce. Questo perché gli sforzi per frenare l’uso del sale attraverso politiche di istruzione pubblica e del settore accordi di non costano tanto rispetto al loro potenziale di ridurre la mortalità e la disabilità, i ricercatori stimano."Le migliaia di miliardi di dollari domande sono come iniziare a portare il sale in giù, e quanto sarebbe un impegno del costo," Mozaffarian aggiunto tramite e-mail.

“Sappiamo che troppo sale nella dieta provoca centinaia di migliaia di evitabili morti per malattie cardiovascolari l’anno”, ha dichiarato il senior autore dello studio il Dottor Dariush Mozaffarian, preside della Tufts Friedman e della Scuola di Scienze della Nutrizione e della Politica di Boston.

“Le migliaia di miliardi di dollari domande sono come iniziare a portare il sale in giù, e quanto sarebbe un impegno del costo,” Mozaffarian aggiunto tramite e-mail.

Le malattie cardiovascolari sono la principale causa di morte in tutto il mondo, uccidendo quasi uno ogni tre persone. La pressione alta è un fattore di rischio per le malattie cardiovascolari in generale, e attacco di cuore e ictus, in particolare.

Ridurre l’assunzione di sodio può ridurre significativamente la pressione arteriosa negli adulti, a sua volta, contribuire a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari. Il sodio si trova non solo nelle sale da tavola, ma in una varietà di alimenti come pane, latte, uova, carne e frutti di mare così come elementi trattati come salatini, popcorn, salsa di soia e il brodo o brodo di dado.

Per ridurre il rischio di malattia di cuore, gli adulti dovrebbero ridurre l’assunzione di sodio a meno di 2 grammi al giorno, o circa l’equivalente di un cucchiaino da tè di sale, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Per ridurre il rischio di malattia di cuore, gli adulti dovrebbero ridurre l'assunzione di sodio a meno di 2 grammi al giorno, o circa l'equivalente di un cucchiaino da tè di sale, secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).Per lo studio corrente, i ricercatori hanno modellato gli effetti e i costi sostenuti dal governo di riduzione di sodio programmi in 183 paesi in tutto il mondo. I ricercatori hanno utilizzato i dati dal 2010 per analizzare l’assunzione di sodio, i livelli di pressione sanguigna, gli effetti del sodio sulla pressione sanguigna, gli effetti della pressione del sangue su malattie cardiovascolari e malattie cardiovascolari costo.

Poi, hanno esaminato i costi di sodio programmi di riduzione utilizzando uno strumento dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per l’esame di sforzi per prevenire le malattie non trasmissibili. Questo strumento conti delle spese per le cose come le risorse umane, formazione, riunioni, forniture, attrezzature e mezzi di comunicazione. I programmi di governo, progettati per ottenere una riduzione del 10% il consumo di sale di oltre 10 anni, potrebbe risparmiare circa 6 milioni di anni di vita attualmente persi per malattie cardiovascolari ogni anno, a un costo medio di $204 per anno di vita salvato, i ricercatori relazione Del BMJ.  L’efficacia complessiva dell’intervento è stato basato sui recenti sforzi nel regno UNITO e Turchia, che ha dimostrato che un tale governo-sostenuto programma potrebbe ridurre il consumo di sale da parte di almeno il 10 per cento più di un decennio. Una graduale riduzione dell’assunzione di sale da 10% oltre 10 anni potrebbe risparmiare una media di 5,8 milioni di disability-adjusted life years (DALY) di ogni anno, che altrimenti sarebbero persi per malattie cardiovascolari.

Di questi, circa il 42 per cento sono imputabili a malattia coronarica, il 40 per cento della corsa e il 18 per cento per gli altri tipi di malattie cardiovascolari, i ricercatori hanno calcolato.

Una limitazione dello studio è che i ricercatori hanno utilizzato i dati grezzi dal 2010, che riguardano una maggioranza, ma non tutta la popolazione mondiale, gli autori fanno notare. Stima dei benefici per la salute in considerazione solo le malattie cardiovascolari e non anche per altri problemi di salute che possono essere prevenute con la riduzione del sale, i ricercatori sottolineano inoltre.

I risparmi previsti sono conservatori, tuttavia, perché non includere il risparmio basato sulle persone che potrebbero non richiedere un trattamento per la malattia di cuore a causa della ridotta assunzione di sale. Anche quando le politiche del governo non incoraggiare i produttori di alimenti per ridurre il sodio in alimenti trasformati, i I risparmi previsti sono conservatori, tuttavia, perché non includere il risparmio basato sulle persone che potrebbero non richiedere un trattamento per la malattia di cuore a causa della ridotta assunzione di sale.consumatori possono ancora prendere le misure per ridurre il consumo di sale, ha detto il Dottor Margo che penso un ex professore presso l’Università del Texas Southwestern Medical School, che ora lavora in uno studio privato a Bandera, Texas.

“Noi abbiamo e può fare scelte migliori,” che penso, che non era coinvolto nello studio, ha detto via e-mail.

“Abbiamo a disposizione a basso contenuto di grasso prodotti in scatola in molte categorie, come i fagioli in scatola e conserve di pomodori che contengono sodio, inferiore di sodio pranzo carni, inferiore di sodio pane, inferiore di sodio chip, inferiore di sodio zuppe, e altre categorie di alimenti, si verificherà una volta che la domanda di questi prodotti,” che penso aggiunto.